Il Noleggio a Lungo Termine Vicino alle Tue Esigenze

Alfa Romeo Stelvio 2020, restyling? No, update tecnologico e di interni

 

MY 2020, Model Year 2020 è il primo consistente aggiornamento di Giulia ma soprattutto Stelvio che dopo tre anni dal lancio cerca di colmare quel vuoto, tanto proclamato dal mercato, con le concorrenti Europee. Prime uscite previste per inizio 2020 con aggiornamenti che non si percepiscono dall'esterno se non per le nuove tinte disponibili, il succo sta negli interni e negli ADAS. Chi ha lamentato un gap con le rivali tedesche ad oggi non potrà più farlo, grazie ad una rivisitazione del volante che agevola e migliora l'impugnatura, anche la leva del cambio automatico ad 8 rapporti è stata rivista, ora è rivestita in pelle e più  piacevole al tatto, come tutte le rifiniture all'interno dell'abitacolo. Ance il tunnel centrale è stato aggiornato, con vani porta oggetti più capienti ed efficienti, ricavato un piano nelbracciolo per la ricarica wireless, rotore centrale rivisto ed è anche presente un vano dedicato all'alloggio della chiave, dettagli che fanno la differenza.

Notevole Update anche per i display presenti avanti al guidatore e al centro della plancia ora grandi rispettivamente 7 e 8", quello centrale è anche touch screen. Il sistema di infotainment sviluppato con Magneti Marelli, infatti, ora si può comandare anche toccando lo schermo oltre che attraverso il rotore a distanza e i comandi vocali. Il display Multi-touch offre inoltre personalizzazioni con la possibilità di modificare l’ordine delle schermate tenendo premuto con il dito e trascinando i contenuti come si farebbe in drag and drop su uno smartphone. La logica di funzionamento non è più organizzata per menu ma per applicazioni e widget, fra cui si può navigare con movimenti di scroll verticali oppure con degli swipe orizzontali. Il tutto compatibile con Apple Car Play, Android Auto e fino a 8 dispositivi collegabili in wifi. Caratteristica interessante è la connessione costante con la rete che permette funzioni come: le chiamate di emergenza in caso di incidenti o avarie; il controllo a distanza via smartphone o smartwatch delle serrature, per comunicare con l’auto attraverso Amazon Alexa o Google Home o per avvisare in caso di furto; la consultazione da remoto dei parametri dell’auto oppure delle impostazioni di navigatore, meteo o autovelox.

ADAS di livello 2, quindi il guidatore non deve mai abbandonare completamente il volante e verrà supportato in accelerazione, frenata e sterzata. I sistemi introdotti sono: traffic jam assist, highway assist, intelligent speed control, lane keeping assist, active blind spot assist e traffic sign recognition, assistono una guida già pienamente collaudata e apprezzata dalle vecchie versioni ai fini di alleggerire situazioni stressanti di guida come code o viaggi notturni.

Novità anche gli allestimenti, Veloce che si aggiunge ai precedenti provenendo dalla Giulia e per i più nostalgici del marchio TI e Sprint, due nomi che hanno segnato tempi d'oro della casa italiana.