Il Noleggio a Lungo Termine Vicino alle Tue Esigenze

Renault Captur, nuova generazione

 

Al padiglione di Renault al Salone di Francoforte 2019 è la grande novità, stiamo parlando di Captur, il crossover della Losanga che ha ottenuto grandissimi successi commerciali con la sua precedente generazione, e che adesso si rinnova completamente. Come si può ammirare dal vivo, i cambiamenti apportati a questa vettura sono notevoli, anche se non è stata compiuta una vera e propria rivoluzione, mantenendo invece inalterati tutti gli elementi che hanno permesso a questa vettura di ottenere così tanti consensi. Le parole d’ordine di nuova Renault Captur sono: personalizzazione, versatilità e sicurezza.

 

La nuova Captur sfoggia l’Easy Connect, i suoi servizi connessi e il suo nuovo sistema multimediale Easy Link, così come sono nuovi anche gli aiuti alla guida, come Highway e Traffic Jam Companion (livello 2 SAE). In aggiunta, per calarsi ancora meglio nel futuro, ci sarà spazio anche per l’elettrificazione con la tecnologia plug-in E-TECH.

 

Queste sono le parole di Laurens van den Acker, EVP Corporate Design Groupe Renault: “Con il nuovissimo Captur, abbiamo preso le migliori e acclamate funzionalità di Captur come punto di partenza. E poi li abbiamo spinti oltre. Abbiamo rivoluzionato l’interno, trasformato il corpo e reso Captur ancora più personalizzabile. In Renault, facciamo della qualità della vita a bordo una priorità assoluta. Più qualità, più tecnologia, più SUV: il nuovo Captur è Captur al 100% e altro ancora”.

Anche Thierry Bolloré, CEO Groupe Renault, ha aggiunto qualcosa riguardo alla sua nuova creatura: “A partire dal 2020, Nuova Captur sarà il primo crossover nella sua categoria ad essere disponibile con un ibrido plug-in. Abbiamo sviluppato un sistema di trasmissione unico adattato alle richieste ibride, insieme alla tecnologia di gestione dell’energia direttamente derivata dalla Formula 1. Alla Renault, ci impegniamo a rendere la tecnologia e l’innovazione alla portata dei nostri clienti. Questa è la nostra storia e questo è il nostro futuro”.