Jeep Grand Cherokee 2017, fuoristrada di lusso

 

Grand Cherokee è stato aggiornato soprattutto per rispondere meglio alle esigenze dei clienti, generalmente danarosi, tanto che in Italia il loro identikit riguarda maschi (oltre il 90%) con un reddito superiore ai 90.000 euro. Grand Cherokee non è un Suv per tutti, insomma. Anche se nella classe premium sfida i rivali con un listino più accessibile.
 

L'intera gamma è stata aggiornata esteticamente, anche se alcuni varianti si distinguono per ulteriori dettagli personalizzati. Con il Model Year 2017 l'offerta è salita a 6 allestimenti - oltre alla Laredo, ci sono la Limited, la Overland, la Summit, la SRT e la nuova Trailhawk – con quattro motorizzazioni, tutte abbinate alla trasmissione automatica a 8 marce di ZF. Il top di gamma, la Summit, esalta la raffinatezza, la SRT è la Jeep di serie con le migliori prestazioni di sempre mentre con il trasferimento della migliore tecnologia per il fuoristrada, la variante Trailhawk diventa il Grand Cherokee con il quale si può affrontare l'offroad più estremo.

Già offerta su Renegade e Cherokee, la nuova variante vocata al fuoristrada dispone di serie di pneumatici Goodyear Adventure da 18" con rinforzo in Kevlar e si distingue per una decalcomania antiriflesso sul cofano. Potenzialmente in grado di superare (quasi) ogni ostacolo e con protezioni paracolpi disegnate per offrire un migliore angolo di attacco, di dosso e uscita, Grand Cherokee Trailhawk monta sospensioni pneumatiche Quadra-Lift sviluppate espressamente (l'altezza da terra minima è di 27,4 centimetri) ed il sistema Quadra-Drive II con differenziale posteriore elettronico a slittamento limitato. 


Con Summit, Jeep strizza l'occhio ai clienti più esigenti ed ha praticamente tutto quelle che serve di serie. È l'unico allestimento per il quale sono disponibili tre motori: non solo il turbodiesel da 3.0 litri da 250 cavalli accreditato di consumi di 7 l/100 km, ma anche i due benzina da 3.6 litri e 286 cavalli e da 5.7 litri e 352 cavalli. Esteticamente si distingue per elementi caratteristici sul fascione anteriore, sulla griglia frontale e sui fari fendinebbia a LED. Nuovi sono anche i disegni dei cerchi in lega, solo da 20''. La dotazione di serie include l'impianto audio surround Harman Kardon a diciannove altoparlanti, la funzione Active Noise Cancellation (che rendono l'abitacolo decisamente “ovattato”) nonché il Lane Departure Warning Plus, il Park Assist automatico (perpendicolare e parallelo), il Trailer Hitch Camera View ed il Forward Collision Warning con Crash Mitigation.


Grand Cherokee SRT misura due centimetri e mezzo di lunghezza in più rispetto agli altri allestimenti, 4,846 in totale. Vanta uno spunto da brividi per un veicolo da non meno di 2.400 chilogrammi: l'accelerazione da 0 a 100 orari, accompagnato da un delizioso rombo, avviene in 5 secondi. La velocità massima raggiunge i 257 km/h. Il “cuore” è l'esplosivo motore V8 benzina da 6.4 litri da 488 cavalli con 624 Nm di coppia con il quale, anche nel ciclo combinato, si fa fatica a percorrere 8 chilometri per litro.